La SAIG ospita gli anziani per la festa del 1° ottobre

La SAIG ospita gli anziani per la festa del 1° ottobre

di Carmelo Vaccaro

Si è celebrata venerdì 1 ottobre, la Giornata Internazionale delle Persone Anziane. La ricorrenza annuale venne proclamata ufficialmente dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la risoluzione 45/106 del 14 dicembre 1990, nel contesto di una serie di iniziative dedicate agli anziani intraprese a partire dal 1982 – anno della prima Assemblea globale sull’invecchiamento, ripetutasi nel 2002 – e culminate nell’adozione dei Principi delle Nazioni Unite per le Persone Anziane.

Per dare maggiore risonanza la SAIG, con “l’Antenne sociale de proximité (ASP) Servette Petit-Saconnex / St-Jean” e il “Service Agenda 21 – Ville durable”, in chiusura del progetto “Genève Ville du Goût 2021” ha predisposto una festa in onore dei nostri commensali.
Oltre alla squadra della SAIG e quella dell’ASP, l’ospite d’onore è stata la neo Presidente dell’Ente Italiano Socio-Assistenziale, Laura Guidi.

Come di consueto, il pranzo si è svolto all’insegna dei sapori italiani attraverso invenzioni e rivisitazioni di pietanze italiane. A primeggiare le pietanze di quest’oggi è stato l’arancino, il cannolo e la pasta alla Norma al forno.

Sandrine Gilliéron, dell’ASP, ha voluto sottolineare quelli che sono le priorità delle finalità: “per ragioni di sicurezza sanitaria, i primi pasti sono stati dati agli anziani sotto forma di piatti da asporto, presentando ogni volta una diversa regione d’Italia. Per favorire lo spirito di convivialità all’interno del gruppo, i partecipanti sono stati invitati a incontrarsi prima nel parco adiacente, conosciuto come il Parco Russo.

Questa era l’occasione per darsi reciprocamente notizie della vita quotidiana e delle eventuali difficoltà o piaceri del momento. Per la gioia di tutti, gli ultimi due pasti si sono svolti sul posto, e le conversazioni hanno rapidamente creato il gioioso frastuono dei bistrot di quartiere, con la differenza che qui gli ospiti hanno 3 cuochi al loro servizio.

Continuano i pasti della SAIG, come quelli iniziati nel dicembre 2013, per tutte le persone anziane che vivono sole vicino a Vieusseux. Ci rallegriamo di rincontrare gli anziani del quartiere per i prossimi due incontri dell’anno: giovedì 11 novembre, prenotazioni mercoledì 3 novembre, giovedì 9 dicembre, prenotazioni mercoledì 1 dicembre.”

Quindi, il progetto “L’Italie à portée de bouche”, riprenderà a novembre e, non diciamo niente di nuovo se affermiamo che questo progetto si rivela essere uno dei tanti fiori all’occhiello delle numerose attività della SAIG. Difatti, anche se si modifica o cambia nome per esigenze del momento, questa bella iniziativa è divenuta nel tempo, un immancabile appuntamento per la qualità dell’accoglienza, la compagnia e le proposte culinarie che i nostri cuochi propongono secondo la migliore tradizione italiana.